Roberto Saviano, “il coraggio è sempre una scelta”

Roberto Saviano, “il coraggio è sempre una scelta”
Saviano a Sanremo 2022: «Il fango non è riuscito a sporcare l'esempio di  Falcone e Borsellino»
Roberto Saviano durante il suo monologo sul palco dell’Ariston

Roberto Saviano, nel corso della terza puntata del Festival di Sanremo 2022 di cui è stato ospite speciale, ha presentato  un monologo per tenere vivo il ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i giudici uccisi da “COSA NOSTRA” nel 1992. A lasciare senza parole il pubblico è stata una frase del suo monologo, “il coraggio è sempre una scelta”.

“Sono passati trent’anni dagli attentati ai giudici Falcone e Borsellino. Siamo qui a ricordare, che vuol dire rimettere nel cuore perché per gli antichi era il cuore la sede della memoria. Ricordare Falcone e Borsellino significa rimetterli in vita – ha sottolineato l’autore del bestseller “Gomorra”- Molti di noi non c’erano quando sono stati uccisi, eppure la loro storia è parte della storia collettiva. Per molti sono simbolo di coraggio. Il coraggio è sempre una scelta. Il non scegliere non significa essere neutrali, ma significa diventare complici di chi si rifugia nell’indifferenza. A scegliere di costituire il pool antimafia era stato Rocco Chinnici, ucciso dalla mafia. Il giudice che si occupò del processo dell’omicidio di Chinnici fu ammazzato. Sono solo alcuni dei numerosi uomini di giustizia uccisi dalla mafia. Prima delle stragi di Capaci e via D’Amelio c’era sempre stato il silenzio. Queste parole pronunciate sono frutto di ciò che ci hanno lasciato, ma soprattutto insegnato, per far sì che ciò che è accaduto a loro non capiti di nuovo, con la speranza che un giorno le generazioni future saranno in grado di custodire questi insegnamenti con cura”. 

 L’unico sistema per eliminare la mafia è convincere i ragazzi che fuori c’è un altro mondo. Forse un mondo onesto non esisterà mai, ma chi ci impedisce di sognare. Forse se ognuno di noi prova a cambiare, ce la faremo.

Roberto Saviano nasce a Napoli il 22 settembre 1979. Si diploma al liceo scientifico di Caserta e  consegue la laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.  Nel marzo del 2006 ha pubblicato il romanzo “Gomorra”, bestseller pubblicato in tutto il mondo;  dal 13 ottobre del 2006 vive sotto scorta, a causa delle minacce subite dalla camorra

Chi erano Falcone e Borsellino? - FocusJunior.it
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nella celebre foto scattata
il 27 marzo 1992 dal fotografo siciliano Tony Gentile